Il ballo del dentista alieno by theatre company the jar

Il risottto verdurifico di Cucina Carletto

L’animo inganni di G.C: Gravili

Petrarca_Laura[1]

Si pulcherrima t’affacci sullo balcone

d’oro veste la chioma tua fluente

l’animo mio inganni in tentazione

l’amor m’apprende in modo suadente

Ogni die di cotanta tua vision son beato

passando la tua beltà dinnanzi allo mio portone

ch’io in ginocchio prego, il ciel sia lodato!

Ah se potessi te magneria in sol boccone!

Nobil casta le sembianze tue generò

ricca e di famiglia assai potente

ed io di questo un cruccio non farò

D’armi cinto con far impertinente

in chiesa dominica le fattezze tue rapirò

che a me nulla importa dello iudicio della gente!

Mumble Mumble di Giancarlo Gravili

Bang, bang.

Slam…

Mumble, mumble.

Pensieri sopraffini scoppiano.

Odio i pensieri: sopravvengono quando non devono.

Plic, plic.

Idraulico liquido.

Sgorga il cervello.

Non dormo.

Lavandini otturati.

Snif, snif…profumo di lavanda sulla mia panda.

Difendiamo le foreste, aboliamo i profumi per auto.

Wroommm…metti una tigre nel motore.

Vai in India a vederla, se la trovi.

Sig, sig…

Il circo dei cistercensi s’è fermato alla Certosa.

Manoscritti sull’ordinazione.

Ordino un cappuccino al bar.

Di solito prendo un barbiturico prima di andare a letto.

Distende.

Come il pensiero,

quando troppo da sé pretende.

Onda di Giancarlo Gravili

foto-onda

Osservo l’onda.

Maestosa nel suo incedere,

fra altre simili.

Sommessa nel recedere,

al refluire dalla battigia.

Poi socchiudendo gli occhi,

m’appaiono tra irose spume

bagliori che accendono un vecchio lume.

Pensieri son come l’onda,

or vanno,

or vengono.

Lasciando in aria solo gocce sospese di ricordi.

 

Petrarca_Laura[1]

Madonna che al cor dai visione

porta teco lo mio pensiero,

non far d’esso mera illusione,

apri dimora e mostrame sentiero.

Tue le grazie dello intero monno,

giorno e notte senza più pace.

Sembianze pure vedo in sonno

che viver mio giammai piace.

Preso a ciò da sentimento deciso,

alma e spirto in palmo di mano

non come fior da stelo reciso,

mostrommi diman fiero e tosto,

sì da conquistare lo tuo amore.

Spavaldo di riverarlo a ogni costo.

You,ve got a friend performed by Giancarlo Gravili

Come un piccino di Genoveffa Frau

Notturno artico di Giancarlo Gravili

 

122711623_4085248_[1]

“Nel notturno artico,

stralci d’incanto si

inseguono in soffusi giochi di luce.

All’occhio dell’universo s’inchina un’effimera aurora boreale.

In una falsa notte scivola via

tra caleidoscopi di colorate emozioni.

Incantati castelli appaiono,

si dissolvono in sogni come miraggi.

Incatenano l’anima in fanciullesche

discendenze, nutrono le dolenti note dell’intelletto,

che s’abbevera alla coppa della vita, nell’occulto

disio d’una nuova nascita”

T’amo, come tal verbo risuona nell’Eden.

T’amo come si può amare l’amore profetico

che a me ti portò.

T’amo perché ciò è scritto dove conoscenza muore

e desiderio si genera,

nel Caos iniziale dell’umana creazione.

“S’agapò amor mio,

che sull’Olimpo dormi.

Soffiami il tuo spirito sulle labbra,

così che io possa assaporare

il tramonto dell’esistenza mia,

in raffinati effluvi d’insana passione”

“Kalispera amor mio,

tra ombrose tinteggiature

spruzzate sulle sabbie d’un vecchio molo.

Tra dune e giardini d’orchidee selvagge,

tra rossi bruniti che concedono

riparo da infuocati raggi.

Tra palme che s’allungano

sui fondali di smeraldo.

Tra intrecci di mediterranee siepi,

che all’oriente volgono la vista”

“Cristalli di rocca

col favore delle tenebre sulle calme acque,

sospinte da lievi venti,

ci trasporteranno per i mari

e quando l’orizzonte sarà sotto di noi,

svaniremo nel notturno artico,

immersi nel nordico gelo dove i sogni

riposano per sempre”

S’agapò amor mio.

Lussuria di Giancarlo Gravili

peter-demetz2[1]

“Nell’inseguir tuo,

attraverso il dormire mio,

ascoltai l’occhi tuoi

e ancora li sentii cantare solo per me.

Altro

Voci precedenti più vecchie

Informativa Privacy e Cookies

Informativa Privacy e Cookies Il blog che si sta visitando utilizza cookies, anche di terze parti, per tracciare alcune preferenze dei visitatori e per migliorare la visualizzazione. Clicca sulla Informativa Privacy e Cookies presente nel menù per tutte le indicazioni. Detto blog si avvale di una piattaforma gratuita gestita da terzi (nella fattispecie WordPress.com ossia Automattic inc.) . Cliccate sul banner che appare sulla videata del blog per la loro accettazione o meno. Oppure si possono disattivare detti cookie direttamente tramite le preferenze del browser che si sta utilizzando. Proseguendo nella lettura senza agire autonomamente con le preferenze del proprio browser o dispositivo, equivale ad avere acconsentito all’uso dei cookies. Proseguendo nella lettura senza agire autonomamente con le preferenze del proprio browser o dispositivo, equivale ad avere acconsentito all’uso dei cookies. Per un accesso immediato clicca sul relativo link presente nell'elenco pagine qui sotto oppure Clicca qui

Avviso redazione su eventuale pubblicità che potrebbe apparire sotto i post del blog

La pubblicità che potreste trovare sotto i post del blog non dipende dalla nostra gestione ed essa è attuata autonomamente e direttamente dalla piattaforma di wordpress senza alcuna nostra possibilità di scelta o modifica. Da essa inoltre non riceviamo assolutamente alcun riscontro economico.